Indetta la gara per 115 bus, investimento da 7 milioni di euro

Indetta la gara per 115 bus, investimento da 7 milioni di euro

In arrivo 115 autobus, la flotta aziendale di AIR si amplia. L’azienda di trasporto su gomma della Campania, ha indetto una gara per l’integrazione del parco rotabile.

La società prevede un investimento di 7 milioni di euro per la fornitura di 115 autobus. Si tratta, nello specifico, di 18 bus da utilizzare nel ciclo urbano e 97 in quello extraurbano, che saranno impiegati per lo svolgimento del servizio pubblico di trasporto di linea tra Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno.

Dallo scorso settembre AIR, a seguito degli affidamenti emergenziali dei servizi di TPL nelle province di Caserta e di Salerno, ha esteso la sua attività in tutta la regione Campania, passando da una percorrenza annua di quasi 13 milioni di km ad oltre 23 milioni. Di qui la necessità, indifferibile, di procedere alla integrazione della flotta aziendale con mezzi di diverse dimensioni e caratteristiche.

La gara, con procedura aperta e applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è stata infatti suddivisa in 24 lotti, tenuto conto delle diverse caratteristiche delle reti stradali dei territori in cui l’azienda di trasporti effettua i servizi di TPL di competenza regionale. Il bando prevede la fornitura dei 115 bus usati di diverse tipologie. Si va da vetture dai 6 agli 8 metri per la classe degli urbani, fino ad arrivare a 12 metri per quella extraurbana sia nel modello low entry (con pianale ribassato, che garantisce un facile accesso ai passeggeri) sia con pianale rialzato.

«Abbiamo programmato un investimento importante per l’ampliamento della flotta aziendale, necessario per un miglioramento qualitativo e quantitativo dei servizi. La previsione di destinare 7 milioni di euro di risorse per la fornitura di 115 autobus, ci consente di continuare il processo di riorganizzazione avviato questa estate e che nell’ottica dell’azienda unica di trasporti in Campania vedrà AIR protagonista per i servizi su gomma. Dall’altro, il riequilibrio del parco rotabile, ci permetterà di recuperare qualche difficoltà evidenziata dalla congiuntura tra i nuovi affidamenti e l’esigenza di implementare i servizi per garantire sicurezza agli utenti data l’emergenza epidemiologica», ha dichiarato l’Amministratore Unico di AIR, Anthony Acconcia.