Whistleblowing

Procedura per le segnalazioni d’illeciti ed irregolarità

L’art. 1, comma 51, della legge 190/2012 (cd. legge anticorruzione) ha inserito l’articolo 54 bis 1 nell’ambito del d.lgs 165/2001, rubricato “tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”, al fine di evidenziare, come strumento preventivo, i possibili rischi di illecito e/o negligenza di cui si possa venire a conoscenza e di garantire azioni tempestive, tese ad evitare la divulgazione incontrollata di informazioni a danno dell’immagine della Società stessa.

Con l’espressione “whistleblowing” si fa riferimento al dipendente della società che segnala violazioni od irregolarità, commesse ai danni dell’interesse pubblico, agli organi legittimati a intervenire.

La segnalazione “whistleblowing” è un atto attraverso il quale si contribuisce alla prevenzione di rischi e di situazioni pregiudizievoli per l’amministrazione di appartenenza e, di riflesso, per l’interesse pubblico collettivo. E’ una procedura il cui obiettivo primario è quello di incoraggiare le segnalazioni e al tempo stesso di tutelare sia l’Azienda che il dipendente.

In conformità alle disposizioni di cui alla l. 179/2017, che ha modificato l’art. 54 bis del D.Ldg 165/2001, le segnalazioni da parte del dipendente possono essere indirizzate sia al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (all’indirizzo email: whistleblowing@airmobilitasrl.it), sia tramite il portale dei servizi ANAC al seguente url: https://servizi.anticorruzione.it/segnalazioni/#/ oppure direttamente all’Autorità Giudiziaria Ordinaria o Contabile.